Il fotografo fa la differenza. Trovate quello giusto per il vostro matrimonio!

Le fotografie del vostro matrimonio sono fondamentali. Scegliendo un buon fotografo farete uno degli acquisti più importanti per quel giorno pieno di momenti magici.

Immaginate una situazione unica e irrepetibile (anche se tutti i momenti della nostra vita lo sono), pensate allo sforzo e alla cura con qui dovrete progettare il vostro matrimonio, sia che pianificare tutto da soli o con l’aiuto della vostra famiglia, oppure se decidete di contrattate un Wedding Planner. Per quel giorno speciale dovrete in ogni caso scegliere il fotografo e soprattutto un fotografo con la capacità di riprendere in immagini quello che non è sufficiente raccontare con le parole. Ogni fotografo ha la sua formazione, creatività, esperienza e stile, con i quali coglie i momenti per poi interpretare sapientemente tutte le emozioni degli sposi. È assolutamente importante trovare un buon fotografo ed è consigliabile visitarne più di uno per poter capire se sia in grado di soddisfare le vostre esigenze più bizzarre o più classiche. Dovrete sentirvi in sintonia con il fotografo e capire se è quello giusto. Visionate il suo book, parlate delle vostre preferenze di scatti in posa, liberi, di reportage; lasciate parlare il fotografo e lasciatevi stupire con le fotografie di servizi fotografici per matrimoni già realizzati. Non lasciate sfuggire nessun dettaglio, fatevi dare anche degli spunti, delle idee inedite che possono sorgere dalla sua fantasia e dalla sua esperienza fotografica; lasciate mano libera alla sua vena creativa per dipingere con le fotografie, dei quadri meravigliosi che fermeranno per sempre i momenti felici del vostro matrimonio.

Fotografia Reportage. È un termine utilizzato per definire le fotografie giornalistiche (in inglese, reportage) ed è uno stile che fa molta tendenza. Nella foto Reportage si racconta un susseguirsi d’eventi trascorsi in una giornata (raccontare con le immagini). Questi racconti sono visti dall’occhio del fotografo. Per il fotografo è obbligatorio sapere leggere tra le righe, intuire cosa accade in ogni momento e avvertire i momenti più rilevanti. In questa maniera gli sposi si sentono più liberi senza provare imbarazzo di fronte all’obbiettivo, riuscendo a vivere appieno le emozioni dell’evento, allo stesso tempo protagonisti e comparse, in un sovrapporsi d’emozioni, sorrisi, lacrime di gioia, famiglia, amici e location. In altre parole “reportage” significa: immagini che raccontano una storia ricca di dettagli.

Fotografia in posa
. Pensate alle foto di una modella che avete notato sfogliando una rivista di cronaca rosa, il genere è quello della fotografia in posa. Il fotografo indica agli sposi di mettersi in una certa maniera, per sfruttare la luce o per suggerire nello scatto un’emozione o sentimento predeterminato. Si cerca quindi di creare una situazione predeterminata per ottenere un risultato che scongiuri errori o imperfezioni. La fotografia in posa si usa preferibilmente in location.

Diversa è la foto reportage che riprende gli sposi quando sono lontani dagli invitati e possono esprimere o sentirsi a loro agio senza occhi indiscreti. Potete scegliere entrambe le fotografie (reportage e pose) rendendo più variegate le vostre raccolte, per un ricordo genuino del vostro meraviglioso matrimonio. C’è ne sono davvero tante d’alternative.

Non rischiate fotografie occasionali affidate all’improvvisazione di un amico volonteroso, affidatevi alle mani di seri professionisti che cattureranno con immagini perfette, vere e proprie narrazioni di vita. Ricordate che l’occhio del fotografo esperto vede cose che gli altri neppure notano.

Informazione

Lascia una risposta